LETTERA DI UN ANONIMO DI ELBA WATER SPORTS

Cari amici,
esiste un’ isola felice all’isola d’Elba. Si chiama Elba Water Sports. Avventurandomi sul versante Nord dell’isola, durante una limpida e calda giornata di inizio estate, attratto dalla magnifica vista panoramica che mi offriva la strada su cui stavo pedalando in sella alla mia mountain bike, mi fermai un ‘istante per rifiatare dagli sforzi affrontati durante la salita che da Portoferraio passa proprio sulla collina al di sopra di Procchio. Mi innamorai a prima vista di questa grandissima e profonda baia di una bellezza indescrivibile. Il riposo all’ombra del verde fogliame di alberi di alto fusto in cui ascoltavo nel silenzio circostante il suono di una piacevole e invitante brezza di mare, levatasi da Nord, mi fece precipitare giù per quei piacevoli tornanti da cui sembrava potersi tuffare nell’intenso mare blù. I profumi forti dei gelsomini in fiore mano a mano che mi avvicinavo al paese di Procchio, mi dettavano la strada da seguire. Entrai nel Salotto di Procchio, così viene chiamata la breve via pedonale che vede una vivace varietà di attività commerciali tutte ben curate e ben servite. Sulla destra invece si viene involontariamente rapiti dallo sfondo del mare che offre la via Del Mare anch’essa allegra e ben curata con una ottima gelateria a cui non ho potuto resistere.
In fondo una piazza si apre sul bellissimo golfo di Procchio la cui vista va dal Promontorio dell’Enfola fino a Marciana Marina. La baia di Procchio è colorata da una finissima e dorata sabbia e da una limpidissima acqua cristallina che va a posarsi sulla spiaggia che inizia a sinistra ,da Punta Agnone fino al lato opposto verso destra alla Guardiola riconoscibile dalla villa solitaria sopra la scogliera a picco sul mare. Fui attratto in quello scenario di specchi, da un Catamarano con le vele bianche a strisce rosse diagonali che volava letteralmente sulla superficie di un mare ventoso ma calmo. Il vento era cambiato ed era entrato da sud est un bello scirocco, che essendo riparata dalle colline dell’entroterra, caratterizzava la baia con vento e senza moto ondoso, perfetto per attività e sports di mare. Così seguendo con lo sguardo attento di chi non vuol perdere l’occasione, mi diressi dove vedevo un gran movimento di wind surf e altre barchette a vela o derive in movimento che evidenziavano e confermavano il fatto che ci fosse un centro sportivo di sport acquatici. Con la mia bici tenuta con una mano vidi un cartello che indicava ELBA WATER SPORTS Scuola di Vela, Wind Surf, Catamarano, Sup- noleggio derive, pedalò, kayak ,sup derive a vela e gommoni- Escursioni.
Mi avevano convinto, uno sportivo come me non poteva farsi sfuggire una bella giornata di sport in mare e poi dando un’occhiata veloce su google vidi attraverso il sito www.elbawatersports.it che erano organizzati e ben forniti e che offrivano una moltitudine di attività. Non ci restava che scoprire il posto. Mi lasciai sulla sinistra prima il bagno Delfino con molti ombrelloni ben posizionati e dotato di ottimi servizi, e poi successivamente, quello che poi diventò tappa fissa per un bel piatto di spaghetti e un drink praticamente sopra il mare, il Ristorante Bagno Tahiti con il suo gestore, ineguagliabile per disponibilità e professionalità.
Camminavo da poco più di un minuto da quando avevo lasciato la piazza e avevo seguito le indicazioni del cartello e subito dopo il Tahiti scorsi il centro che cercavo. Elba Water Sports si distingue per la sua concentrata semplicità ma a prima vista uno di quei posti di cui potresti subito innamorarti…
La semplice struttura di legno e legni marini, ben curata e sfruttata in ogni suo spazio lascia intravedere un segno che sottolinea professionalità e varietà. Intorno si muovono con sicurezza ragazzi e ragazze da cui si evince che siano parte dello staff. Sì lo staff era composto ma disinvolto e simpatico nello sbrigare il proprio lavoro, qualcuno spiegava i segreti della vela, altri erano impegnati nel far uscire tre o quattro ragazzini su degli optimist per la lezione di vela, un altro gruppo che sembrava essere una famiglia straniera, era seguito dall’occhio attento del bel fusto del giovane istruttore di wind surf, un gruppo ben attrezzato di oggetti da snorkeling scendeva da due gommoni adagiati sulla battigia all’interno del canale di uscita, essi manifestavano tutta la loro gioia per aver partecipato ad una esilarante escursione in gommone accompagnati dalla bellissima presenza dello skipper Alberto.
Una bella e gentilissima ragazza si dimenava nel disporre in modo ordinato dei SUP E KAYAK appena noleggiati.
Poco più fuori un gruppo di ragazzi si divertivano tuffandosi dagli scivoli dei nuovissimi PEDALO’.
Il posto mi piacque tantissimo, la spiaggia era grande e la gente si distribuiva benissimo, la natura era varia; il sole invigoriva la mia pelle, il verde delle piante a ridosso delle scogliere e della spiaggia, le armoniose villette si affacciavano sul golfo con delicatezza, i colori erano tanti e tutti molto accesi davano l’idea di un posto fresco, sano e rilassante.
Quindi prigioniero di questi sentimenti, mi buttai e lasciai che i ragazzi mi proponessero una qualsiasi attività da fare quel giorno e così visto che non ero da solo in vacanza ma in compagnia della mia famiglia, organizzammo insieme ai ragazzi un programma settimanale studiato nei minimi particolari, ne venne fuori una sorta di pacchetto family.
Vi erano comprese tutte le loro attività dal CORSO di Wind Surf per i ragazzi, a quello di VELA per me e quello di KATAMARANO per mia moglie , la più coraggiosa e avventuriera di famiglia.
Poi la bellissima esperienza in SUP adatto anche a noi principianti ; sotto le ottime indicazioni e la saggia guida di Andrea riuscimmo a seguire un percorso affascinante quanto meraviglioso per bellezza e storia, fu una ESCURSIONE indimenticabile, insenature, anfratti, scogli, isolotti, grotte e un mare meraviglioso.
Ci fu il giorno della GITA in GOMMONE, un giro incredibile, mete irraggiungibili altrimenti, a pochi minuti da Procchio e ti trovi nei paradisi dell’isola! Posti incantevoli. Alberto fu disponibile e si rivelò molto preparato sulla conoscenza dei luoghi.
Arrivò il giorno del vento e Andrea con tutta la mia famiglia ,ne approfittò per fare una gita adrenalinica in CATAMARANO da Procchio all’ ENFOLA fino a Capo Bianco sfrecciando davanti a Sansone, strambata intorno allo Soglietto e via col vento a Lasco di ritorno verso Procchio. Ci divertimmo un sacco e imparammo molte cose della vela e dei segreti che nasconde il mare. Oltre a provare emozioni indimenticabili.
Così ogni giorno della settimana fu una piacevole scoperta di un mondo incredibile quanto affascinante, come il mare, vissuto in veste dinamica ma molto gradevole con degli ampi spazi dedicati al relax e al ristoro dell’anima. Io mia moglie e i due ragazzi fummo molto grati ad Andrea e Alberto e agli altri componeneti della ciurma.
La leggenda narra che oltre ai ragazzi che ho citato in questa lettera, ci sia un personaggio ambiguo anche lui facente parte della ciurma, che si materializza solo in circostanze misteriose dettate da strane coincidenze inesplicabili ,che si verificano solo su questa isola e che succedono solo in posti e con persone particolari. E in rare occasioni.
Ecco noi fummo testimoni di questa enigmatica realtà e fu un piacere vedere le sue evoluzioni oltre che sul web anche tra le onde surfate con arte, con la vela tra le mani e la tavola sotto i piedi.
I Ragazzi che hanno reso tutto ciò possibile in questa baia incantata che si chiama Procchio sono Andrea, Alberto ed i loro collaboratori.
Spero vivamente un giorno di poter godere di quelle emozioni.
Un caro saluto a tutti e andate a trovarli! Non rimarrete delusi.
Un Anonimo. 03/04/2020